Budokan San Mauro | Tre giorni di sport e relax
3205
single,single-post,postid-3205,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

Tre giorni di sport e relax

a_15062019-IMG_4515

Tre giorni di sport e relax

Per il secondo anno gli atleti del Budokan sono stati ospiti nella struttura dell’Hotel Falcon a Sant’Agata Feltria dal 14 al 16 giugno. Tre giorni di karate, attività all’aria aperta, relax in piscina e divertimento in una splendida cornice naturalistica e una struttura attrezzata per ritiri sportivi.

Il pomeriggio del venerdì, dopo l’arrivo in pullman, è stato dedicato alla riunione introduttiva dove i maestri e gli istruttori hanno descritto il programma del ritiro, le linee guida di comportamento e l’assegnazione delle stanze in hotel da doppie a quadruple.

Immancabile la foto ricordo di gruppo. Quest’anno i ragazzi e ragazze hanno avuto magliette di tutti i colori assegnati in modo casuale. Non solo abbiamo voluto sfatare i pregiudizi secondo i quali tendiamo a giudicare la sessualità di un persona in base al colore di un vestito, ma abbiamo voluto lanciare il messaggio che il budokan è un gruppo composto da mille colori, dove la bellezza non sta nel colore del singolo ma nell’effetto e nell’emozione che ci lascia nell’insieme.

Il primo allenamento è stato quello del kihon (fondamentale) nella palestra interna alla struttura. Si è partiti dai kihon dei programmi di esame, per poi passare all’applicazione in coppia delle tecniche, fino a definire un programma di enbu a coppie. Ultima mezz’ora di allenamento a bordo piscina dedicato al potenziamento fisico.

b_15062019-IMG_4528

La sera dopo la cena in hotel è trascorsa con una passeggiata nel bellissimo centro storico di Sant’Agata Feltria fino in cima alla rocca.

Sabato mattina sveglia presto, colazione e allestimento del tatami sul terrazzo dell’hotel dove all’ombra e con uno splendido panorama, gli allievi sono stati impegnati in tre ore di allenamento fra riscaldamento,  kumite libero e stretching. Dopo pranzo il gruppo, accompagnato da una guida locale, si è goduto lo splendido paesaggio naturalistico del Monte Sant’Ercole con quattro ore di camminata all’interno del bosco. La giornata si è conclusa con il bagno in piscina, cena e attività all’interno dell’hotel con giochi di società, sala cinema e un interessantissima lezione di astronomia con telescopio e video.

c_15062019-IMG_4525

L’ultimo allenamento, quello della domenica mattina, è stato dedicato al kata. Il gruppo delle cinture colorate si è concentrato sullo studio dei kata Heian e bunkai nella palestra interna mentre il gruppo delle cinture nere sul tatami in terrazzo, con il maestro Andrea Silenzi, si è allenato in tre ore sui kata Gojushodai, Chinte, Jiin e Nijushiho.

Infine l’ultimo pranzo, quello della Domenica, condiviso con le famiglie dei bambini e ragazzi. L’abbiamo voluto concludere così il nostro rituro, come lo scorso anno, come una grande famiglia. Perché quandosi è abituati a godere assieme le occasioni di festa, è più semplice superare sempre assieme, quando capitano, i momenti più difficili.

Come detto alla riunione con i genitori, e anche nel briefing introduttivo con gli allievi, l’idea del ritiro nasce dalla voglia di concludere l’anno sportivo allenandosi con un programma diverso dal solito, rilassare la mente dopo i tanti impegni fisici e mentali, ma soprattutto tenere accesa la fiamma che ci ha fatto splendere quest’anno, e cioè lo spirito della squadra, dell’amicizia, del rispetto e dell’aiuto reciproco. Questo è stato il sigillo con cui abbiamo chiuso l’anno sportivo e la base da cui ripartiremo il prossimo anno a settembre.

d_DSC0066ok e_DSC0051ok f_20190615_173940 g_20190615_160502 h_20190615_155022 i_20190615_140911 j_15062019-IMG_4539

No Comments

Post A Comment